a

Le notizie (che non debbono mai mancare), gli approfondimenti, le storie, i pareri, l'interazione.

Giornalista sportivo - sempre meglio che lavorare.

Le notizie (che non debbono mai mancare), gli approfondimenti, le storie, i pareri, l’interazione.

Che si dice su Twitter

Ho visto solo la ripresa, il catenaccio di Garcia ha funzionato benissimo. Ripeto, se volete chiamarla difesa bassa non ci sono problemi: per me è una strategia che nel calcio - in certi casi - può pagare. Non è arrevendevolezza ma il legittimo tentativo di limitare l’avversario.

Per tre anni Sarri è stato bravissimo nel convincere il Napoli a difendere in avanti con energia (cosa che la Juve non fa), ora i calciatori azzurri preferiscono correre all’indietro per compattarsi e coprire poco campo alle spalle, Gattuso è stato bravissimo a capirlo in fretta.

È tutto molto chiaro: la strategia migliore, gli uomini per attuarla e anche le scelte di Gattuso per ciascun reparto. Il più “corto” è proprio l’attacco dove “mister 121” deve essere praticamente inamovibile. https://gianlucamonti.it/2020/02/imprescindibile-altro-che-marchette/

Storie e personaggi

Essere un “normalizzatore” non è cosa da poco, magari ne avessimo di più in ogni vicenda che riguarda il nostro Paese. Rappresentare dunque Rino Gattuso come il “Normal One” di cui il Napoli aveva bisogno non lo sminuisce, anzi ne eleva

Lo ammetto, non conosco il nuovo allenatore della Primavera del Napoli e non ho visto lavorare Baronio per cui non sono in grado di esprimere alcun giudizio sulla scelta di esonerarlo per provare a salvare gli azzurrini dalla B. Piuttosto, il

Calciocampano

Forma e sostanza hanno generato il modello Atalanta: settore giovanile

Eziolino era lì il giorno del mio “esordio” - io

C’è Caserta (Fabio) e Caserta. Non è un momento felicissimo

Andateci a Torre Annunziata e godetevela: lidi accorsati, panorami unici,

Comunicando

La narrazione di Napoli e del Napoli non differisce molto. La narrazione è notizia e racconto insieme, talvolta commento. Va presa così: ci si può arrabbiare per le fake news

La penna è la mia

Tennista mancato, giornalista “finito”. Comunicatore con la passione per le notizie e la scrittura. Da dieci anni mi occupo del Napoli, da venti mi diletto sui campi e talvolta salgo in cattedra…da oggi in poi ci vediamo, anche e soprattutto, qui: vi aspetto!

Chiacchieriamo

Per info o collaborazioni – o anche per prendere un caffè – inviami un messaggio utilizzando l’apposito form di contatto.