a

Le notizie (che non debbono mai mancare), gli approfondimenti, le storie, i pareri, l'interazione.

Giornalista sportivo - sempre meglio che lavorare.

Llorente, la “fake news” più bella

Una “fake news” bella come Llorente forse non si è mai vista.
Già perché tutti – o quasi – si sono convinti che l’arrivo dello spagnolo sia stato ampiamente criticato e con particolare acidità. In realtà, io non ricordo un collega che non abbia espresso parere positivo su Llorente semplicemente perché la storia dello spagnolo racconta di gol e battaglie in area di rigore. Se mi portate le prove – cartacee – di un giornalista che lo definiva “pensionato” sono pronto a pagarvi…una cena.

Purtroppo oggi va così, i tifosi si convincono che quello che scrivono sui social altri tifosi con idee diverse dalle loro siano in realtà notizie o giudizi che promanano da fonti autorevoli e sono poi pronti ad additare altri – che non c’entrano nulla – di aver espresso questi pareri “da bar”.

Altro è dire che in tanti – sottoscritto compreso – avrebbero preferito Icardi per il quale, non a caso, il Napoli era disposto ad investire 60-70 milioni convinto del valore di Maurito e dalla sua giovane età. Llorente era la miglior soluzioni low cost, lo abbiamo detto tutti e si sta confermando tale. È stato bravo a presentarsi in ottime condizioni, ha trovato una squadra che crea tanto e confermato di avere una fisicità spiccata capace di fare la differenza in determinate occasioni. Inutile sorprendersi almeno che non vi piacciano le fake news

Vuoi ricevere gli ultimi articoli direttamente sul tuo smartphone? Fai click sull’icona ed iscriviti al mio canale Telegram!

Ed ora… dì la tua nei commenti!

Commenti
Condividi su:
COMMENTA PER PRIMO!

Sorry, the comment form is closed at this time.